Analisi
IT Holding 15 anni fa - lunedì 29 aprile 2002

IT HOLDING

It Holding (3,48 euro), attiva nel settore abbigliamento con marchi propri quali Malo, Exté, Romeo Gigli, Gentryportofino, Try e Desil, oltre ad altri marchi su licenza (D&G, Versus, Versace Jeans, Husky) ha annunciato per il 2001 un fatturato in crescita del 21,7% e utili, pressoché stabili rispetto all'anno precedente, a 0,03 euro per azione – ma quasi annullati se si considera anche la parte straordinaria. Oggi It Holding è presente soprattutto in Italia (40%) e in Europa (36%) e più marginalmente negli Usa (13%) e negli altri Paesi. La società nel corso del 2001 ha visto aumentare l'incidenza di alcune componenti di costo e il peso degli oneri straordinari, conseguenza di costi di ristrutturazione. Attualmente il gruppo sta integrando nella propria struttura il marchio Ferré (entro il 30 giugno 2002 sarà completata l'operazione di acquisto) da cui si aspetta un effetto positivo sui risultati già a partire dal 2003. Inoltre il gruppo ha dichiarato di voler raddoppiare il fatturato (e i margini di redditività) in una situazione di equilibrio tra marchi propri e licenze orientativamente già per il 2005.

Per il 2002 ci aspettiamo un utile per azione di 0,04 euro che, nel corso del 2003, dovrebbero salire a 0,05 euro. Le voci sul possibile abbandono da parte di un importante azionista di minoranza hanno fatto impennare il titolo che ora è diventato molto caro. Non acquistare.

IT HOLDING / TESSILI

It Holding (nero; base 100) si è impennata per voci di cambiamenti nell'azionariato. Non acquistare.

 

condividi questo articolo