Analisi
Luxottica 15 anni fa - lunedì 13 maggio 2002

LUXOTTICA

Buoni i risultati di Luxottica (19,99 dollari – 21,90 euro) nel primo trimestre del 2002, il meno significativo per l’effetto della stagionalità delle vendite di occhiali da sole (maggiori nel periodo estivo). L’utile netto per azione è di 0,20 dollari (a un tasso di cambio medio euro/dollaro del periodo di 0,87) contro quello di 0,17 dollari dello stesso periodo del 2001 (cambio medio pari a 0,92). Il fatturato del gruppo è passato dai 664,1 milioni di euro nel primo trimestre 2001 a 866,8 milioni di euro, mettendo a segno una crescita del 30,5%. L’aumento maggiore riguarda l’attività di distribuzione al dettaglio (+40,1%) grazie soprattutto al consolidamento dei negozi di occhiali da sole Sunglass Hut. Il fatturato dell’attività all’ingrosso cresce invece dell’8,4%. I risultati raggiunti beneficiano del miglioramento del contesto economico. In questi primi tre mesi 2002 la fiducia dei consumatori è infatti aumentata e, quindi, anche le vendite. Tale tendenza si è manifestata in tutti i Paesi in cui opera il gruppo (Nord America, Europa, Asia e America Latina), in particolar modo nei Paesi orientali; unica eccezione l’Argentina. Luxottica vede con ottimismo il futuro e prevede un fatturato 2002 superiore ai 3.300 milioni di euro (+8% rispetto al 2001).

Riteniamo che la ripresa economica in corso possa sostenere le vendite del gruppo, che vanta inoltre una posizione di leadership nel settore grazie alle strategie finora adottate. Prevediamo un utile per azione in crescita a 0,74 dollari per il 2002 e a 0,85 dollari per il 2003. L’azione è cara, ma potete mantenerla.


LUXOTTICA (in Usd)

La ripresa economica in atto sosterrà le vendite del gruppo, ma l’azione è cara per l’acquisto. Mantenetela.

 

condividi questo articolo