Analisi
Société Générale 15 anni fa - lunedì 27 maggio 2002

SOCIÉTÉ GÉNÉRALE

Nel primo trimestre 2002 Société Générale (SG; 75,60 euro; SOGN.PA) ha aumentato l'utile per azione del 15,6% rispetto al quarto trimestre 2001. Questo risultato (in linea con le stime) è dovuto al buon andamento della banca commerciale e della gestione di fondi, nonché alla ripresa della banca d'investimento, grazie anche al calo del 32% negli accantonamenti. Dopo la ristrutturazione della banca d'investimento nel 2001, il nuovo piano 2002-2004 prevede di continuare l'espansione nelle attività gestione di fondi, banca commerciale (all'estero) e servizi finanziari specializzati (sono recenti le acquisizioni di Eqdom, che detiene il 23% del mercato del credito al consumo marocchino, e del sito di informazioni borsistiche online Boursorama). L'obiettivo è arrivare a sfidare BNP Paribas, ma a nostro avviso SG ci riuscirà solo avvicinandosi a un altro gruppo. Nell'attesa si è alleata con l'assicuratore Groupama che, oltre a creare una banca in comune, collaborerà all’acquisizione di una banca commerciale turca.

SG continuerà il suo piano di espansione, forse con uno o più alleati in attesa dell'avvicinamento con un gruppo importante. Lasciamo invariate le stime sull'utile per azione a 5,75 euro per il 2002 e a 7,10 euro per il 2003. L'azione è correttamente valutata: acquistare.

SOCIETE GENERALE (in euro)

Il nuovo piano triennale e alcune interessanti alleanze dovrebbero sostenere il titolo. Acquistare.

 

condividi questo articolo