Analisi
ARM Holdings 15 anni fa - martedì 18 giugno 2002

ARM HOLDINGS

· Semiconduttori

· Londra

· 156 pence

Se la maggior parte delle borse hanno sofferto parecchio nelle ultime settimane, allora cosa dobbiamo dire del prezzo di ARM Holdings, lo sviluppatore britannico di microprocessori RISC? La prima ragione è la querela intentata dalla statunitense Nazomi Communications davanti al tribunale del commercio della California. Questa società afferma che ARM avrebbe utilizzato una delle sue tecnologie brevettate. ARM, dal canto suo, nega in blocco. Qualunque sia la verità, questo affare cade subito dopo un processo, molto simile, contro picoTurbo e potrebbe portare a nuove spese inutili. Inoltre, l'azione è stata esclusa dall'indice Footsie 100, cosa che ha portato gli investitori istituzionali a vendere il titolo, in quanto i loro portafogli riproducono l'indice alla perfezione. Ma la ragione fondamentale alla base della caduta del prezzo è il dubbio sulla capacità di ARM, di confermare il trend di crescita al quale aveva abituato gli investitori. Il business model di ARM sta arrivando progressivamente alla maturità, il che significa che i giorni della super crescita sono ormai contati. La società rimane prudentemente ottimista su questo esercizio e sul prossimo e scommette, per il trimestre in corso (che si chiuderà il 30 giugno), su una crescita dei redditi derivanti da licenza. Al contrario, nessuna parola sulle royalties, principale motore degli utili. E la recente caduta del prezzo dei chip (vedi Intel) lascia prevedere che ARM potrebbe nuovamente deludere i mercati …

Le incertezze sono troppo numerose, per un titolo che non è a buon mercato. NON ACQUISTARE.

ANDAMENTO DI ARM IN PENCE

 

condividi questo articolo