Analisi
IT Holding 15 anni fa - lunedì 10 giugno 2002

IT HOLDING

It Holding (4,50 euro), attiva nel settore abbigliamento tramite marchi propri (Malo, Exté, Romeo Gigli, Gentryportofino, Try e Desil) e marchi su licenza (D&G, Versus, Versace Jeans, Husky) ha annunciato per il primo trimestre 2002 un fatturato in crescita del 18,8% rispetto allo stesso periodo 2001, e un utile in crescita del 60%. Abbigliamento e accessori sono cresciuti del 16%, ma è il settore occhiali a essere in evidenza con un balzo del 34%. A questo va aggiunta la razionalizzazione dei costi che, unita a una maggiore efficienza produttiva, ha migliorato del 35% i margini di guadagno. A bilanciare in parte queste notizie c'è il fatto che il primo trimestre, vista la stagionalità del settore, tende a registrare risultati più brillanti di altri periodi. It Holding è comunque ottimista per il futuro, anche perché è riuscita a rinnovare la licenza di Dolce & Gabbana che pesa per il 20% del fatturato. Questo mese (vedi Detto tra noi ) la società ha lanciato un aumento di capitale allo scopo di migliorare il rapporto tra capitale proprio e debiti dopo le recenti acquisizioni. Non è però l'aumento di capitale la causa principale dell'estrema volatilità del titolo negli ultimi mesi, ma piuttosto la scarsità di titoli in circolazione: le azioni sono per il 70% in mano all'azionista di maggioranza, e per circa il 28% a un secondo azionista, per cui la liquidità è ridotta al lumicino.

Per il 2002 ci aspettiamo un utile per azione di 0,06 euro che, nel 2003, dovrebbe salire a 0,08 euro. Titolo molto caro, non acquistare.

IT HOLDING / TESSILI

 

It Holding (nero; base 100) è molto più volatile del settore e inoltre è cara. Non acquistare.

 

condividi questo articolo