Analisi
Italgas 15 anni fa - lunedì 24 giugno 2002

ITALGAS

Italgas (11,03 euro) è la società controllata dall’Eni attiva nella distribuzione del gas e nei servizi idrici. Opera principalmente nel settore del gas, che nel 2001 ha rappresentato il 96% delle entrate, mentre la distribuzione idrica ha contribuito al fatturato per il restante 4%. La società ha presentato i dati del primo trimestre 2002, evidenziando un calo dei ricavi pari al 4,4% rispetto allo stesso periodo del 2001. Questo dato è dovuto soprattutto alla rettifica dei ricavi da vendite di gas, la quale è "costata" a Italgas quasi il 4% del fatturato complessivo. La quantità di gas venduto, infatti, è aumentata del 4,7%. La rettifica è stata attuata per motivi prudenziali, in attesa della sentenza del Consiglio di Stato riguardo la delibera, emanata nel 2000, con la quale l’Autorità per l’Energia Elettrica e il gas aveva introdotto un nuovo metodo per la determinazione delle tariffe. Anche i costi sono diminuiti in totale del 5,4%, per effetto della riduzione dei pagamenti per servizi esterni e del calo del costo del lavoro. Infine, si avvicina la conclusione della triste telenovela "Blu". Rispondendo all’ennesima richiesta di finanziamenti della compagnia telefonica, Italgas ha chiarito che avrebbe versato la sua quota solo dopo che tutti gli altri soci avessero fatto lo stesso: segno che la fiducia nella bontà di questo investimento comincia a svanire.

Entro luglio Blu, venduta o liquidata, dovrebbe cessare di pesare sui conti dei suoi azionisti. Stimiamo quindi per Italgas un utile per azione di 0,85 euro nel 2002 e 0,91 nel 2003. Il titolo, anche se caro, è pertanto da mantenere.

ITALGAS / BORSA

Italgas (nero; base 100): chi va piano va sano e va lontano. E senza Blu potrebbe tornare a correre. Mantenere.

 

condividi questo articolo