Analisi
ASM Brescia debutta in Borsa 15 anni fa - lunedì 1 luglio 2002

ASM BRESCIA DEBUTTA IN BORSA

· Dal 1° al 5 luglio è possibile sottoscrivere le azioni della di Asm Brescia, che dovrebbero iniziare a essere negoziate in Borsa il 10 luglio. L’intervallo di prezzo reso noto dalla società va da 2,1 a 2,5 euro, quindi il lotto minimo (1.500 azioni) dovrebbe costare da un minimo di 3.150 a un massimo di 3.750 euro. Come accade per quasi tutte le nuove quotazioni in Borsa, il prezzo definitivo sarà reso noto alla fine del periodo di sottoscrizione. Il pagamento delle azioni sottoscritte dovrà essere effettuato il 12 luglio.

· La municipalizzata di Brescia è attiva in sei settori: elettricità, gas, teleriscaldamento, acqua, gestione dei rifiuti e altre attività minori. Il bacino di utenza è localizzato in Brescia e dintorni.
Con il recente acquisto di una partecipazione di minoranza in Elettrogen, il primo gruppo di centrali elettriche venduto dall’Enel, Asm Brescia ha inteso iniziare una politica di espansione al di fuori del proprio ambito geografico di attività. I prossimi saranno la ristrutturazione e l’ampliamento delle centrali esistenti e la costruzione di nuovi impianti di generazione. Il denaro necessario (circa 1 miliardo di euro per i prossimi cinque anni) proverrà dall’aumento di capitale attuato per la quotazione e da prestiti bancari. Attualmente non sono previste emissioni obbligazionarie. La società intende anche potenziare il servizio di smaltimento dei rifiuti, che già ora serve clienti esterni.

· Il posizionamento sul mercato di Asm Brescia è buono, in quanto l’azienda è presente in tutta la filiera produttiva dei vari settori in cui opera (per esempio dalla raccolta allo smaltimento dei rifiuti, passando per lo stoccaggio e il trattamento). La redditività attuale del gruppo è anch’essa buona e dovrebbe rimanerlo anche in futuro, nonostante gli inpegni finanziari che Asm Brescia dovrà affrontare nei prossimi anni. Nella fascia bassa dell'intervallo di prezzo di quotazione il titolo è correttamente valutato, ma proprio la mancanza di uno "sconto" rispetto ai concorrenti già sul mercato crediamo non permetterà a Asm Brescia di far faville. Visto anche l'andamento dei mercati: non aderite.

 

condividi questo articolo