Analisi
Marzotto 15 anni fa - lunedì 29 luglio 2002

MARZOTTO

Marzotto (4,73 euro), attiva nel settore tessile e abbigliamento – marchi Hugo Boss, Marzotto e Valentino – vede assottigliarsi i margini di guadagno previsti per il 2002. La sua controllata tedesca Hugo Boss, che pesa per una larga fetta degli utili di Marzotto, ha infatti lanciato un profit warning (annuncio con cui una società comunica che i propri profitti saranno inferiori al previsto) tagliando le attese di guadagno di circa il 25%. A pesare su Hugo Boss sono i risultati insoddisfacenti del 1° semestre 2002 (utili -49%), legati in larga parte all'andamento negativo negli Usa – sulla filiale americana pesano, tra l'altro, voci di falsificazione dei bilanci. Per il secondo trimestre dell'anno non è prevista ripresa, sempre a causa della situazione difficile negli Usa. Il fatturato, che secondo i precedenti annunci doveva crescere del 5% nel 2002, resterà probabilmente stabile rispetto al 2001. Questo profit warning segue, di due mesi, un analogo annuncio che aveva già ridotto le attese di utile dell'11%. Ora i mercati temono che a questo annuncio ne seguano altri e Marzotto dovrebbe restare sotto pressione ancora per un po'.

Abbassiamo le stime sull’utile 2002 a 0,5 euro per azione (0,6 nel 2003). I recenti cali nel prezzo di Borsa, tuttavia, fanno sì che il titolo rimanga conveniente. Acquistare.

MARZOTTO / HUGO BOSS

Marzotto (nero; base 100), subisce le difficoltà di Hugo Boss, ma è conveniente. Acquistare.

 

condividi questo articolo