Analisi
Salton 15 anni fa - martedì 24 settembre 2002

SALTON

SETTORE: elettrodomestici
BORSA: New York
PREZZO: 8,50 dollari
RISCHIO: *****

Conosciuta soprattutto per il marchio «George Foreman», dal nome del campione di boxe, lo specialista statunitense dei piccoli elettrodomestici Salton ha pubblicato i suoi risultati trimestrali (4e trimestre) e annuali (luglio 2001/giugno 2002). Nel corso dell'ultimo trimestre, Salton ha superato le nostre previsioni con un fatturato in crescita del 28,6% e un utile per azione di 0,20 dollari, contro una perdita di 0,16 dollari dell'esercizio precedente. Tuttavia, nell'insieme dell'anno, l'utile per azione è sceso del 26% a 2,58 dollari. Se il successo della gamma George Foreman in Inghilterra, sembra essersi confermato nel 4e trimestre, il contesto economico americano e mondiale rimane difficile e le spese di marketing si moltiplicano, erodendo gli utili. In questo momento la scommessa di Salton ci ha sicuramente sorpreso. Per affrontare gli enormi debiti, nonché i pesanti interessi collegati, la società americana si basa sulle spese, sempre pesanti, dei consumatori statunitensi e sull'estensione del suo successo in Europa. Secondo noi questa doppia scommessa è ancora lontana dall'essere vinta. Le finanze dei consumatori americani sono esangui e la notorietà di George Foreman nel Vecchio Continente non è così sicura. Inoltre, Salton ha accettato di pagare una multa salata ad una quarantina di Stati americani, in seguito a pratiche giudicate lesive della concorrenza. Un precedente fastidioso che potrebbe nascondere altri comportamenti poco corretti.

La strategia di Salton ci sembra troppo rischiosa. Considerando inoltre che la sua politica commerciale non è particolarmente corretta. VENDETE.

SALTON IN DOLLARI

condividi questo articolo