Analisi
Warrant Brioschi 14 anni fa - lunedì 16 settembre 2002

WARRANT BRIOSCHI

Ho acquistato Warrant Brioschi 2006 a 0,1 euro, ma ora valgono 0,033 Euro. Alla scadenza mi daranno in cambio delle azioni? Come si fa a capire se la contropartita sarà vantaggiosa?

· Con l’emissione di warrant (da non confondere con i famigerati covered warrant) una società dà la facoltà (non l’obbligo) ai possessori dei warrant stessi di acquistare, ad una data predefinita, azioni della società pagando un prezzo predefinito. Si tratta in pratica di diritti di acquisto.

· Passando al caso in questione, il lettore ha la facoltà di acquistare un’azione Brioschi a 0,2892 euro il 20 dicembre 2006 consegnando 2 warrant. In questo caso si dice che il "rapporto di conversione" è di 2 (warrant) a 1 (azione).

Quindi, dato che non è obbligatorio convertire i warrant alla loro scadenza (nel qual caso essi, va specificato, diventerebbero pezzi di carta privi di valore), bisogna valutare se alla scadenza la conversione sarà conveniente.

· L’operazione sarà conveniente se la somma del prezzo pagato per acquistare i due warrant più il prezzo che bisognerà pagare alla Brioschi per acquistare da essa l’azione sarà inferiore al prezzo che l’azione Brioschi farà segnare quel giorno (il 20 dicembre 2006) sul mercato. Adesso le Brioschi in Borsa quotano 0,2 euro: se i warrant scadessero ora non sarebbe quindi conveniente convertirli, visto che si pagherebbero alla Brioschi 0,2892 euro per acquistare da essa azioni che, a comprarle in Borsa, si pagherebbero 0,2 euro. E bisognerebbe anche considerare il prezzo pagato in precedenza per acquistare i warrant

· Comunque, nonostante la forte flessione subìta dai warrant del lettore dal loro acquisto ad oggi, il nostro consiglio, visto che ci sono ancora quattro anni prima della loro scadenza, è di mantenerli.

 

condividi questo articolo