Analisi
Autonomy 15 anni fa - martedì 22 ottobre 2002

AUTONOMY

SETTORE: software
BORSA: Londra
PREZZO: 106,00 pence
RISCHIO: *****

Annunciando che i risultati del 3e trimestre saranno in linea con le attese, la britannica Autonomy pensava di rassicurare la comunità finanziaria. Purtroppo si è dovuta ben presto disilludere (vedi grafico), la congiuntura attuale non è certo favorevole alle società di software. La società sviluppa software destinati ad automatizzare tutti i processi di gestione delle informazioni presenti all'interno di un'azienda, qualunque ne sia il supporto: voce, testo, video o comunicazioni mobili. Nella maggior parte delle aziende questo compito è svolto da persone assunte apposta, una soluzione onerosa, che ha dato lo spunto ad Autonomy per creare un pacchetto di software per la gestione integrata delle informazioni. Purtroppo, nonostante le riduzioni dei costi permesse dai suoi prodotti, Autonomy non è stata risparmiata dal rallentamento delle spese per i prodotti informatici (IT) che ha toccato gli Stati Uniti a partire dal 2e semestre 2000 e, in seguito, l'Europa. Però il mercato di Autonomy non è messo in pericolo. La globalizzazione dell'economia e l'utilizzo di documenti in diverse lingue che ne consegue, i processi di concentrazione delle aziende, il proliferare dei supporti di comunicazione tendono, infatti, ad accrescere il volume di informazioni da trattare. Forte di una tecnologia unica, riconosciuta da clienti quali il Ministero del Commercio degli Stati Uniti, Computer Associates, AT&T, Siemens, etc., la società che già è n°1 sul suo mercato, beneficierà in pieno della ripresa del settore. Inoltre, con un margine lordo superiore al 90%, la crescita delle vendite dovrebbe trasformarsi in utili.

Anche se le condizioni del mercato dovrebbero aumentare la volatilità del titolo, nei prossimi mesi, Autonomy rimane un eccellente vettore per scommettere sulla ripresa del settore. ACQUISTARE, per il lungo periodo.

AUTONOMY IN PENCE

condividi questo articolo