Analisi
Merloni 14 anni fa - lunedì 21 ottobre 2002

MERLONI

SETTORE: beni di consumo
BORSA: Milano
PREZZO: 10,85 EUR
RISCHIO: **

Nel 1° semestre 2002 Merloni ha registrato una crescita del fatturato del 23% rispetto allo stesso periodo 2001. Positivi anche l’utile industriale (+54%) e l’utile ante-imposte (+90%). Il risultato è dovuto sia a motivi interni (è migliorato il mix di vendita e i marchi Indesit e Ariston registrano un buon successo) sia all’inclusione nel gruppo di GDA, di cui Merloni detiene il 50%. In crescita tuttavia i costi: materiali +21,4%, costo del lavoro +28%, ammortamenti e altre spese +23,8%. In forte calo, gli oneri finanziari (-55,4%); la gestione straordinaria ha generato oneri pari a 0,01 euro per azione.

Fra le strategie di Merloni c’è il miglioramento della competitività internazionale; sta infatti rafforzando la presenza a Shangai (la Cina è considerata un ottimo mercato di acquisto di componenti di alta qualità a basso prezzo). L’operazione potrebbe essere effettuata insieme a General Electric, socio al 50% in Gda. Merloni ha anche realizzato una serie di apparecchi da incasso, mercato con buone potenzialità (prezzi anche doppi rispetto agli elettrodomestici tradizionali).I risultati e le prospettive sono tuttavia già compresi nel prezzo del titolo, che è caro; non acquistare. Evitate anche le rnc, sopravvalutate.

 

condividi questo articolo