Analisi
Arcelor 14 anni fa - lunedì 25 novembre 2002

ARCELOR

SETTORE: siderurgia
BORSA: Bruxelles
PREZZO: 12,10 EURO
RISCHIO: ***

Nel terzo trimestre Arcelor (CELR.BR), società nata dalla fusione di Arbed, Aceralia e Usinor, ha aumentato l'utile industriale dell'84% grazie alla ripresa dei prezzi negli acciai piani al carbonio (48% dell'attività). L'utile per azione è diminuito del 33%, ma ciò è dovuto solo a un aumento delle imposte in Brasile. Quanto all'indebitamento, pur restando elevato, è in calo e dovrebbe ridursi ancora nei prossimi anni. Questi buoni risultati confermano l'annuncio da parte del management di un anticipo delle sinergie della fusione. Per il 2003 Arcelor conta sull’aumento dei prezzi di vendita degli acciai per il settore automobilistico (20% dei ricavi). Tuttavia, il mercato automobilistico europeo rischia di essere ancora in calo nel 2003 e la congiuntura resta difficile (non si può escludere che anche altri clienti rimandino gli acquisti). Lasciamo quindi invariate le stime sull'utile per azione a 0,55 euro per il 2002 e a 2,17 euro per il 2003.

Arcelor, grazie alla crescita della redditività, ha resistito bene al crollo della Borsa. L'azione è conveniente e ha un buon potenziale di crescita: acquistare.

ARCELOR / BORSE EUROPEE

 

 

Arcelor (nero; base 100), grazie alla ripresa dei prezzi dell'acciaio, ha fatto meglio delle Borse. Acquistare.

 

condividi questo articolo