Analisi
Edison 14 anni fa - lunedì 18 novembre 2002

EDISON

SETTORE: energia e servizi
BORSA: Milano
PREZZO: 1,71 EURO
RISCHIO: ***

Edison è la società nata dalla fusione tra Montedison, Edison, Fiat Energia e Sondel. Il gruppo intende operare prevalentemente nel settore energia (elettricità e gas). A questo scopo è in corso da oltre un anno un piano di dismissioni: sono già state cedute le partecipazioni in Carlo Erba Reagenti, Cerestar, Eridania, Ausimont, Agorà, Béghin-Say, Cereol, Provimi, Intermarine, Carapelli e La Fondiaria. Sono invece in corso le trattative per Tecnimont e Antibioticos, oltre a riserve e impianti di produzione di gas naturale in Egitto. I risultati dei primi nove mesi 2002 non comprendono quindi le attività cedute. Ciò nonostante, l’energia rappresenta ancora solo una parte (30,7%) del fatturato, perfino inferiore al settore semi oleosi (35,7%). Il fatturato di gruppo cresce del 4% rispetto alle entrate pro-forma (senza le attività cedute o in via di cessione) dei primi nove mesi 2001, mentre l’utile industriale è sostanzialmente invariato e l’utile netto, grazie alle plusvalenze delle dismissioni, è momentaneamente balzato a 0,27 euro per azione da una perdita di 0,2 euro per azione nel corrispondente periodo 2001. Diciamo momentaneamente perché l’ormai prossima fusione con Italenergia (1° dicembre) comporterà notevoli costi che ridurranno l’utile generato dalle vendite delle partecipazioni.

La fine delle dismissioni è vicina, ma ci sono da mettere in atto la fusione con Italenergia e il contestuale aumento di capitale a pagamento. Non sono ancora stati resi noti i rapporti di concambio e il prezzo delle nuove azioni; vi consigliamo perciò di mantenere i titoli, ma di non acquistarne più.

 

EDISON / BORSA

Nonostante le incertezze, da due anni Edison (nero; base 100) è meglio del Mib 30. Mantenere.

 

condividi questo articolo