Analisi
Pirelli 15 anni fa - lunedì 18 novembre 2002

PIRELLI

SETTORE: industrie e servizi vari
BORSA: Milano
PREZZO: 0,87 EURO
RISCHIO: ***

I dati trimestrali mostrano ancora incertezze per Pirelli. Nel 3° trimestre sono aumentate le perdite nel settore cavi per telecom (6,6% dell'attività) e, dopo un secondo trimestre positivo, ha deluso il risultato nel settore cavi per energia (47,5%).Neppure il buon andamento nel settore pneumatici (45,9%) è bastato a compensare i risultati di queste due divisioni che soffrono la mancanza di investimenti. Il 3° trimestre si chiude così con una perdita di 0,18 euro per azione (superiore alle nostre attese) in seguito anche a costi di 0,13 euro per azione per finanziare il piano di risanamento; questo piano prevede la chiusura di sei fabbriche e il taglio di 2.400 posti di lavoro per adattare le capacità produttive alla domanda. Ciò nonostante, il management mantiene invariati gli obiettivi di redditività per il 2004. Tuttavia, a nostro avviso, questi obiettivi potranno essere centrati solo se ripartiranno gli investimenti delle imprese clienti (operatori telecom e distributori di elettricità); il che non è affatto scontato.

Riduciamo le nostre stime: perdita per azione di 0,2 euro nel 2002 e pareggio nel 2003. Nonostante le radicali misure adottate, il mercato resta troppo incerto. Il titolo è tuttavia conveniente: mantenere.

PIRELLI (in euro)

La crisi dei settori in cui opera spinge Pirelli alla cautela nelle previsioni, e il titolo ne è penalizzato. Mantenere.

 

condividi questo articolo