Analisi
Banca Popolare Milano 14 anni fa - lunedì 23 dicembre 2002

BANCA POPOLARE MILANO

SETTORE: finanziario
BORSA: Milano
PREZZO: 3,48 EURO
RISCHIO: **

Il Consiglio di Amministrazione di Bpm ha approvato l’accordo con Crédit Industriel et Commercial (CIC) per collaborazioni nei servizi di pagamento, nella bancassicurazione, nel credito al consumo e nelle attività internazionali. Bpm acquisterà l’1% di CIC, che a sua volta acquisirà una quota in Bpm di pari valore (circa 3%). CIC acquisterà inoltre una partecipazione in Banca di Legnano. Questo accordo, che secondo il management non preclude la possibilità di altre alleanze con banche locali, contribuirà al miglioramento dei conti: Bpm ha dichiarato di aspettarsi un utile 2002 intorno a 0,35 euro per azione (in linea con le nostre stime) che permetterà di tornare a distribuire dividendi. Il miglioramento, comunque, è già visibile nei dati trimestrali: l’utile dei primi nove mesi (0,25 euro per azione) segna -14% rispetto allo stesso periodo 2001, ma i ricavi crescono del 2%. Il 3° trimestre vede un utile di 0,04 euro per azione, mentre il 3° trimestre 2001 si era chiuso in perdita.

Per il 2002 e il 2003 stimiamo un utile per azione rispettivamente di 0,35 e 0,45 euro. Diversi elementi contribuiranno a sostenere il titolo: l’acquisto di azioni da parte di CIC, l’approvazione (la scorsa settimana) delle nuove norme di governo societario, il miglioramento dei conti e il probabile ritorno ai dividendi. Acquistare.

B. POP. MILANO / BANCHE

 

 

Gli accordi e il miglioramento dei conti dovrebbero sostenere Bpm (nero; base 100). Conveniente, acquistare.

 

condividi questo articolo