Analisi
Concambio azioni Edison 14 anni fa - lunedì 2 dicembre 2002

CONCAMBIO AZIONI EDISON

· Per effetto della fusione tra Edison e Italenergia, tutte le azioni della "vecchia" Edison (ordinarie e di risparmio) saranno sostituite con azioni della "nuova" Edison, dato che la società nata dalla fusione manterrà comunque il nome Edison. Ogni lotto di 7 azioni vecchie sarà sostituito con uno formato da 10 nuove azioni.

· Dalle informazioni finora fornite da Edison-Italenergia si apprende che le operazioni di sostituzione delle vecchie azioni "inizieranno" lunedì 2 dicembre e che dallo stesso giorno le nuove azioni saranno quotate in Borsa.

· La sostituzione quindi non dovrebbe essere immediata, anche per il problema delle spezzature (le vecchie azioni che rimarranno nel portafoglio degli azionisti dopo aver effettuato il concambio in ragione di 10:7).

· Per esempio, un risparmiatore che ora ha 100 azioni della vecchia Edison dopo il concambio si ritroverebbe in portafoglio 140 azioni della nuova Edison e 2 della vecchia Edison. Per poter effettuare il concambio, quindi, dovrebbe specificare alla propria banca se ha intenzione di acquistare altre cinque azioni vecchie (per arrivare a formare un ulteriore lotto di sette azioni) o se, invece, preferisce vendere le due azioni in più.

· Edison, riferendosi proprio a questo problema, ha precisato che "nessuna spesa sarà posta a carico dell’azionista per oneri accessori inerenti alla compravendita".

· Da parte di Edison è stata usata volutamente la generica definizione di "oneri accessori" per evitare che le banche possano applicare spese sotto qualsiasi forma e a qualsiasi titolo.

· Dato che tutte le banche sono a conoscenza di questa disposizione, diramata anche da Montetitoli (la società che si occupa dei trasferimenti delle azioni), protestate con la vostra banca se doveste vedervi applicate delle spese relative a questa operazione.

condividi questo articolo