Analisi
Ducati 14 anni fa - lunedì 9 dicembre 2002

DUCATI

SETTORE: automobilistico
BORSA: Milano
PREZZO: 1,89 EURO
RISCHIO: **

Ancora difficoltà per Ducati che, nei primi 9 mesi 2002, vede l’utile netto (0,01 euro per azione) ridotto del 77,5% sul pari periodo 2001 e del 74,5% rispetto al primo semestre 2002; tutto questo nonostante un fatturato in crescita del 5,5%. Le vendite derivano per l’80% dalle moto (ricavi +2,4%) e per il resto dai prodotti correlati (+20,2%). Sono però cresciuti anche i costi di produzione (+5,9%), le spese commerciali e amministrative (+23,4%) e gli ammortamenti (+7%). L’utile industriale è di 0,09 euro per azione, in calo del 43,9% sui primi 9 mesi 2001. Negativo anche l’andamento della gestione finanziaria (-0,06 euro per azione lo scorso esercizio, -0,07 euro quest’anno).

Il calo dell’utile è determinato dai costi di sviluppo della moto "GP Desmosedici", dalle spese di ristrutturazione della rete distributiva Usa, dagli oneri promozionali, dagli ammortamenti e dalle perdite su cambio. In seguito ai dati trimestrali abbiamo ridotto le stime sull’utile 2002 e 2003 (rispettivamente 0,07 e 0,08 euro per azione). Caro; non acquistare.

DUCATI / BORSA

 

 

Ducati (nero; base 100) ha registrato risultati trimestrali in forte calo ed è cara. Non acquistare.

 

condividi questo articolo