Analisi
IBt 15 anni fa - martedì 3 dicembre 2002

IBt

SETTORE: biotecnologie
BORSA: Bruxelles
PREZZO: 7,65 euro
RISCHIO: ****

IBt, produttore belga di impianti per il trattamento del cancro alla prostata, tramite le brachiterapia, ha mantenuto le sue promesse e ha messo a segno i primi utili (52 000 euro) durante il 3e trimestre 2002. Questo risultato è il frutto, tra le altre cose, della crescita dei ricavi, saliti del 19% rispetto al 2e trimestre, grazie soprattutto alla contabilizzazione di una parte delle commissioni versate dalla giapponese DRL in cambio dei diritti per distribuzione dei prodotti IBt in Asia. Le vendite degli impianti sono salite, nello stesso periodo, del 2%. Deludente? Non del tutto, in quanto IBt realizza ancora la maggior parte del suo fatturato negli Stati Uniti e la debolezza del dollaro americano rispetto all'euro ha inciso sul fatturato. Se escludiamo l'effetto del cambio le vendite degli impianti sono salite del 12% rispetto al 2e trimestre.

Se la crescita è importante, sembra anche che sia perfettamente gestita. Nei primi nove mesi dell'anno le spese operative sono cresciute solo del 14% rispetto all'anno precedente, mentre, nello stesso periodo, le vendite degli impianti sono cresciute del 52%! In ogni modo, IBt non potrà continuare a crescere senza investire. Ed è proprio in quest'ottica che ha appena proceduto ad un aumento di capitale di 2,5 milioni euro. Obiettivo? Accrescere la capacità produttiva e rafforzare la sua rete di vendita, soprattutto negli Stati Uniti.

Tutto sembra in ordine per vedere IBt mettere a segno utili, lungo tutto un anno, nel 2003. ACQUISTARE.

ANDAMENTO DI IBt IN EURO

condividi questo articolo