Analisi
ASML 14 anni fa - martedì 28 gennaio 2003

ASML

SETTORE: semiconduttori
BORSA: Amsterdam
PREZZO: 7,20 euro
RISCHIO: ****

Il fabbricante olandese di sistemi litografici per l'industria dei semiconduttori ha pubblicato, per l'esercizio 2002, risultati in linea con le nostre previsioni. In un settore in preda al maggior rallentamento della sua storia, ASML ha annunciato una perdita netta di 0,44 euro per azione contro una perdita di 1,03 euro nel 2001. Segnaliamo che la maggior parte della perdita è dovuta alle attività, non strategiche, di Silicon Valley Group, società acquisita a peso d'oro nel 2001.A livello di prospettive, il portafoglio ordini - il cui valore al 31 dicembre era di 1 miliardo di euro - costituisce la sorpresa più brutta e non lascia prevedere una forte crescita del fatturato nel 2003. Il recente annuncio di Intel di ridurre ulteriormente il suo budget d'investimenti di quest'anno non fa che confermare questa tendenza e, nel breve periodo, può essere assimilata ad una cattiva notizia per ASML che è uno dei fornitori del gigante dell'industria dei semiconduttori. In effetti, Intel rappresenta circa il 20% del mercato mondiale degli equipaggiamenti per la produzione dei microprocessori. Comunque, la crescita dei prezzi delle sue macchine (+30% nel 2002) e le misure di riduzione dei costi (cessione di rami non strategici) dovrebbero, secondo noi, permettere ad ASML di tornare agli utili quest'anno. In un periodo più lungo, riteniamo che la società rimanga perfettamente strutturata per mettere a segno una buona crescita nel suo settore. Infatti, la litografia rimane la tappa principale nella produzione di chip e Intel continua ad investire nei nuovi procedimenti litografici. Forte della sua leadership tecnologica, ASML potrebbe trarne pieno profitto.

ASML resta una società fondamentale nell'industria dei semiconduttori. ACQUISTARE.

ANDAMENTO DI ASML IN EURO

condividi questo articolo