Analisi
La settimana in Borsa 14 anni fa - lunedì 20 gennaio 2003

LA SETTIMANA IN BORSA


SETTORE SEMICONDUTTORI ANCORA IN DIFFICOLTÀ

Il settore dei semiconduttori resta depresso e anche le prospettive per il 2003 sono mediocri.


Nella scorsa settimana i mercati finanziari sono stati influenzati dalla pubblicazione dei primi risultati trimestrali negli Usa. Alcuni importanti gruppi non hanno riservato particolari sorprese per il quarto trimestre 2002. Altri, invece, come Intel (-6,2%;vedi testo alle pagine seguenti) si sono mostrati molto cauti sull'esercizio in corso, costatando l'assenza di ripresa nei settori tecnologici. I valori legati ai semiconduttori (-6,2%) hanno quindi sofferto per le scarse prospettive di crescita: Philips e STMicroelectronics scendono rispettivamente dell’8,8% e del 10,5%. Il consiglio su queste due azioni resta non acquistare. Oltre ai dati societari, i mercati finanziari hanno rallentato il passo anche a causa delle notizie provenienti dall’Iraq, che sembrano avvalorare l’ipotesi di un prossimo conflitto nel Paese. Negli Usa, lo S&P 500 chiude a -2,78%, Il Nasdaq a -4,94%. Segno negativo anche in Europa: Francoforte -3,9%, Milano -3,36%, Parigi -3,27%, Bruxelles -1,26% e Lisbona -0,43%. Unica Borsa in territorio leggermente positivo è Madrid (+0,17%).

 

condividi questo articolo