Analisi
Topcall International 14 anni fa - martedì 28 gennaio 2003

TOPCALL INTERNATIONAL

SETTORE: messaggeria integrata
BORSA: Nasdaq Europe
PREZZO: 2,25 euro
RISCHIO: *****

Dopo una perdita nel 2001, Topcall, società austriaca specialista dei sistemi di messaggeria integrata, chiude l'esercizio 2002 in nero. Secondo i dati preliminari, Topcall avrebbe realizzato nel 2002 (esercizio chiuso il 31 dicembre) un utile operativo compreso tra gli 1,8 e i 2,4 milioni di euro. Un utile che è in larga parte dovuto ad una diminuzione dei costi, nell'ordine del 16% rispetto al 2001. Secondo le nostre stime, l'utile netto dovrebbe posizionarsi sugli 0,16 euro per azione. Questi risultati sono in linea con le previsioni della dirigenza e non sono malvagi, vista la delicata situazione economica. Topcall ha quindi raddrizzato la sua situazione nel 2002 e la prevista distribuzione di un dividendo dovrebbe rassicurare gli investitori. Per quanto riguarda il 2003, le previsioni lasciano intravedere un altro anno difficile nel settore degli investimenti in tecnologia delle informazioni. Tuttavia la dirigenza di Topcall rimane fiduciosa e spera di proseguire questo trend positivo. Prevede un fatturato in crescita del 10% ed un margine di utile - rapporto tra utile e fatturato - compreso tral'8% e il 10%. Effettivamente, la necessaria integrazione tra differenti mezzi di comunicazione (PC, telefono fisso, telefono portatile, fax, PC palmare) e la comunicazione a banda larga lasciano intravedere un bel potenziale per la messaggeria integrata. Inoltre, la presenza di Topcall su un mercato emergente come la Cina dovrebbe permetterle di raggiungere i suoi obiettivi.

Dopo due anni di ristrutturazioni e riduzioni dei costi, Topcall sembra nuovamente sulla buona strada. E la distribuzione di un dividendo prevista dalla direzione ne è la prova. Per l'anno in corso prevediamo un utile di 0,23 euro per azione. L’azione è a buon mercato ACQUISTARE.

ANDAMENTO DI TOPCALL IN EURO

condividi questo articolo