Analisi
Merloni 14 anni fa - lunedì 10 febbraio 2003

MERLONI

SETTORE: beni di consumo
BORSA: Milano
PREZZO: 10,25 EURO
RISCHIO: **

Merloni, leader italiano nel settore elettrodomestici, ha pubblicato i dati preliminari sul 2002. Il fatturato sale del 26% rispetto al 2001, mentre l’utile ante imposte registra un aumento del 42,1% (0,49 euro per azione). Peggiora invece il livello di indebitamento, aumentato del 19,9%. Di recente, General Electric ha esercitato la prima opzione di vendita di GDA (primo produttore inglese di elettrodomestici con marchio Hotpoint), come previsto nell’accordo firmato con Merloni a giugno 2002. General Electric potrà vendere a Merloni tutto il capitale di GDA in suo possesso (50% al momento dell’accordo). Con la prima opzione, General Electric ha già ceduto il 10% e Merloni, che già deteneva il 50% di GDA, ha visto salire la sua quota al 60%. L’acquisizione è importante sia dal punto di vista economico (grazie a GDA, Merloni conta di aumentare il fatturato di oltre il 20% nel 2003), sia a livello competitivo (Merloni rafforza la propria posizione in Italia e conquista nuovi mercati, tra cui la Gran Bretagna).

Il gruppo intende mantenere invariata la politica sui dividendi, per cui, anche quest’anno, ci attendiamo un dividendo di 0,22 euro per azione. Stimiamo un utile di 1,08 euro per azione nel 2002 e 1,44 euro nel 2003. Il titolo tiene però già conto dei buoni risultati e risulta caro. Non acquistare.

MERLONI / BORSA 

 

Dopo lo sprint di inizio 2002, andamento altalenante per Merloni (nero; base 100). Non acquistare.

 

condividi questo articolo