Analisi
Pirelli 14 anni fa - lunedì 24 febbraio 2003

PIRELLI

SETTORE: industrie e servizi vari
BORSA: Milano
PREZZO: 0,82 EURO
RISCHIO: ***

In linea con le nostre attese i primi risultati 2002 di Pirelli: il fatturato è sceso del 16% (11% senza effetti di cambio) e l'utile industriale del 60%, in seguito al crollo dei mercati delle telecom (cui fornisce attrezzature) e dei cavi per il trasporto di energia. Tuttavia nel 4° trimestre la redditività è migliorata grazie agli effetti del piano di riduzione dei costi; nei pneumatici la redditività dovrebbe essere migliorata anche rispetto al 2001, grazie alla presenza su segmenti dai margini più elevati. Per il 2002 continuiamo a stimare una perdita di 0,2 euro per azione, mentre ci aspettiamo un risultato in pareggio nel 2003 grazie soprattutto a economie (chiusura di impianti, spostamento della produzione) destinate ad adattare la struttura produttiva alle condizioni del mercato. In futuro, dato che la domanda dovrebbe continuare a scendere sia nel settore fibre ottiche (secondo alcuni non ci sarà una ripresa prima di fine 2004) sia nei cavi elettrici, non si possono escludere nuove ristrutturazioni.

Pirelli deve fare i conti con la ristrutturazione delle attività e le difficoltà di Olivetti, di cui è il principale azionista. Mantenete, ma non acquistate questa azione anche se conveniente.

PIRELLI / OLIVETTI 

 

L’acquisizione di Olivetti (sottile; base 100) ha contribuito alla discesa di Pirelli (grassetto). Mantenere Pirelli.

 

condividi questo articolo