Analisi
Arcelor 14 anni fa - lunedì 3 marzo 2003

ARCELOR

SETTORE: siderurgia
BORSA: Bruxelles
PREZZO: 9,25 EURO
RISCHIO: ***

Nel 4° trimestre, nonostante la ripresa dei prezzi dell'acciaio e le economie di costi superiori agli obiettivi, Arcelor (CELR.BR) ha realizzato dei risultati deludenti, anche se è positivo il calo dell'indebitamento. Il gruppo ha chiuso il 2002 con una perdita netta per azione pari a 0,25 euro. Visto che a lungo termine il mercato dell'acciaio dovrà fare i conti con il calo dei prezzi e con l'assenza di espansione, Arcelor per assicurarsi la crescita deve migliorare la produttività. Alcuni impianti di produzione dell'acciaio piano (50% dell'attività) verranno razionalizzati, concentrando la produzione dei prodotti semilavorati sui siti più redditizi (in genere vicino al mare). Anche se le tensioni sociali potranno aumentare i costi della ristrutturazione, il gruppo mantiene gli obiettivi di economie (0,6 euro per azione fino al 2003 e 1,5 euro per fine 2006). Per il 2003, tenendo conto del calo del dollaro (che rende più competitivi gli acciai non europei) e delle pressioni al ribasso attese sui prezzi dell'acciaio in Europa, stimiamo un utile per azione di 0,8 euro.

Il titolo, conveniente, tiene già conto dell'atteso calo dei prezzi dell'acciaio e ha un buon potenziale di crescita in caso di ripresa economica a fine anno. Chi non teme forti oscillazioni a breve termine può acquistare.

ARCELOR / PREZZI ACCIAIO 

 

Arcelor (in euro; grassetto, scala sin.) tiene già conto del calo dell'acciaio (in Usd per tonnellata). Acquistare.

 

condividi questo articolo