Analisi
Cimpor 14 anni fa - lunedì 31 marzo 2003

CIMPOR

SETTORE: costruzioni e immobili
BORSA: Lisbona
PREZZO: 16,10 EURO
RISCHIO: *

Nel 2002 l’utile netto di Cimpor (CMPR.IN) è cresciuto del 28% rispetto al 2001. Senza elementi straordinari, l'utile per azione si attesta a circa 1,33 euro. Questo risultato, inferiore alle nostre stime, ha risentito della diminuzione del fatturato (-4,9%), penalizzato dalle fiacche vendite di cemento in Portogallo (-6,5%) e in Egitto (-10,6%). In miglioramento invece i margini di guadagno (anche se meno di quanto ci aspettassimo), grazie al controllo dei costi. Nel 4° trimestre l'indebitamento è aumentato e, nonostante il calo dei tassi, gli oneri finanziari sono cresciuti (anche se sono diminuiti del 59% per l'intero anno). È stato infine annunciato che l'11 aprile ogni azione Cimpor sarà divisa in 5, allo scopo di rendere più facilmente negoziabili i titoli.

La redditività è aumentata, ma l'utile corrente 2002 è inferiore alle nostre stime e a breve le prospettive del settore restano incerte. Riduciamo le nostre stime sull'utile per azione 2003 da 1,40 a 1,38 euro, (1,45 euro nel 2004). Anche se l'azione è correttamente valutata, non acquistare.

 

condividi questo articolo