Analisi
Cremonini 14 anni fa - lunedì 24 marzo 2003

CREMONINI

SETTORE: alimentari e bevande
BORSA: Milano
PREZZO: 1,06 EURO
RISCHIO: **

Nel 2002 Cremonini ha registrato una buona crescita; i ricavi sono infatti aumentati del 16,4% rispetto al 2001. I settori che hanno fornito il maggior contribuito sono produzione di carni bovine e distribuzione, che, con crescite rispettivamente del 26,8% e 8,3%, generano il 47,8% e il 41,9% del fatturato totale. Soddisfacente anche il settore ristorazione (12,1% delle vendite), cresciuto del 9,5%. Il positivo andamento delle vendite si è riflesso nel risultato industriale, passato da 0,28 euro per azione del 2001 a 0,4 euro del 2002. Il gruppo ha inoltre siglato un accordo con Compass Group Plc per acquistare il 50% di Moto SpA, società del gruppo Compass che opera nella ristorazione autostradale in Italia e in Austria. Moto SpA dovrebbe trarne vantaggi in termini di ampliamento della quota di mercato, anche tramite le gare di appalto che, nei prossimi tre anni, riassegneranno 270 concessioni in scadenza. Altra novità è l’acquisto dello stabilimento e del marchio Ibis, che permetterà a Cremonini un miglior posizionamento nel settore salumi e lo sfruttamento di sinergie.

Cremonini ha registrato risultati 2002 soddisfacenti e le prospettive per il 2003 sono positive. Il prezzo tiene già ampiamente conto delle potenzialità del gruppo, per cui il titolo risulta caro. Non acquistare.

CREMONINI / BORSA

Cremonini (grassetto; base 100) rimane ancora lontano dal Mib30. Titolo caro, non acquistare.

 

condividi questo articolo