Analisi
Iberia 14 anni fa - lunedì 3 marzo 2003

IBERIA

SETTORE: aereolinee e trasporti
BORSA: Madrid
PREZZO: 1,30 EURO
RISCHIO: ***

In linea con le nostre attese i risultati 2002 di Iberia (IBLA.MC), la compagna di bandiera spagnola leader sulle rotte tra Spagna e l'Europa (36% del mercato) e tra Europa e America Latina (17%). Le misure intraprese da fine 2001 hanno dato buoni frutti: il tasso di occupazione dei posti disponibili passa dal 71 al 73%, i ricavi per posto aumentano del 4,2% mentre i costi industriali sono scesi del 6%. In calo i costi per il combustibile (-13% grazie all'accorta politica di acquisto), di manutenzione (-30% per la riduzione della flotta) e l’affitto di aerei ed equipaggi (-18%). Tutto ciò si è tradotto in un utile corrente per azione di 0,17 euro (0,02 euro nel 2001), superiore alle stime del management che resta cauto anche per il 2003 (probabile conflitto in Iraq, rallentamento dell’economia, maggiore concorrenza in Europa dove Iberia ridurrà del 4% la capacità di volo). A più lungo termine, tuttavia, le prospettive del traffico aereo tra Europa e America Latina (+9% medio annuo atteso nei prossimi 10 anni) fanno ben sperare. Non appare inoltre esagerato l'obiettivo di una crescita degli utili del 24% nel periodo 2002-2005.

Visto l'incerto clima attuale, anche se l'azione è conveniente non consigliamo l'acquisto. Mantenere.

IBERIA / PETROLIO 

 

Il titolo (grassetto; base 100) è stato penalizzato dalla salita dei prezzi petroliferi. Potete mantenerlo.

 

condividi questo articolo