Analisi
Marzotto 14 anni fa - lunedì 10 marzo 2003

MARZOTTO

SETTORE: beni di consumo
BORSA: Milano
PREZZO: 5,10 EURO
RISCHIO: **

Marzotto ha annunciato i risultati relativi all'esercizio 2002. Il fatturato risulta in crescita dell'1,8% rispetto all'anno precedente, grazie all’inclusione del Gruppo Valentino (acquistato a fine marzo 2002 da Hdp) che ha compensato il calo delle vendite nel settore tessile laniero. È rimasto stabile, invece, il fatturato dell'attività abbigliamento di Marzotto e della controllata tedesca Hugo Boss. Sul fronte degli utili la società ha visto un calo legato soprattutto alle difficoltà del settore tessile laniero, ma anche al peggioramento dei risultati di Hugo Boss rispetto al 2001; pesano inoltre le perdite del Gruppo Valentino (che Marzotto al momento dell'acquisizione contava di portare in utile per il 2004). Gli utili 2002 (senza componenti straordinarie) sono, quindi, di 0,37 euro per azione (contro 0,67 euro nel 2001). A bilanciare parzialmente questo risultato, la dismissione di alcuni immobili e delle centrali elettriche che hanno generato proventi straordinari per 0,21 euro per azione (contro 0,1 euro nel 2001).

La società accusa le difficoltà di un periodo delicato per tutto il settore; portiamo le nostre stime sull’utile 2003 a 0,51 euro per azione. Tuttavia il titolo, al prezzo attuale, risulta conveniente: acquistate per il lungo periodo.

MARZOTTO / HUGO BOSS

 

Su Marzotto (grassetto; base 100) pesa Valentino, ma il legame con Hugo Boss resta forte. Acquistare.

 

condividi questo articolo