Analisi
Topcall International 14 anni fa - martedì 25 marzo 2003

TOPCALL INTERNATIONAL

SETTORE: messaggeria integrata
BORSA: Nasdaq Europe
PREZZO: 1,92 euro
RISCHIO: *****

Missione compiuta, Topcall è di nuovo redditizia! Dopo una perdita di 0,41 euro nel 2001, il fornitore austriaco di sistemi di messaggeria integrata ha messo a segno un utile netto per azione di 0,13 euro nel 2002, una cifra comunque inferiore alle nostre previsioni di 0,16 euro. La ragione? Un risultato finanziario più debole del previsto, legato alla registrazione di perdite sui cambi. Anche se il fatturato è leggermente sceso rispetto al 2001, riteniamo importante segnalare che le vendite dei nuovi sistemi sono cresciute di oltre l'8%, un risultato incoraggiante, soprattutto alla luce dell'attuale morosità economica. La società dovrebbe proporre un dividendo di 0,05 o 0,06 euro per azione. Ricordiamo che l'ultimo dividendo risale al 1999!

Per il 2003, Topcall si considera ottimista e prevede una crescita sia del fatturato che degli utili. Per raggiungerlo la società si basa sul potenziale del mercato della messaggeria integrata, che è lontano dall'essere sfruttato appieno. Ad esempio in Inghilterra, una legge che andrà in vigore il prossimo 1er aprile permetterà ai genitori di bambini al di sotto dei sei anni, o fino a diciotto anni, se disabili di chiedere al datore di lavoro condizioni di lavoro più flessibili, tra cui principalmente di poter lavorare a domicilio. Circa un dipendente su tre si è già detto interessato dalla normativa. Un sistema di messaggeria integrata, in grado di gestire tutti i messaggi per mezzo di una sola applicazione potrebbe essere prezioso per migliorare la flessibilità e la produttività dei dipendenti.

Il ritorno alla redditività è confermato e ci spinge a mantenere la fiducia nella strategia di Topcall. Acquistate.

ANDAMENTO DI TOPCALL IN EURO

condividi questo articolo