Analisi
ASML 14 anni fa - mercoledì 23 aprile 2003

ASML

SETTORE: semiconduttori
BORSA: Amsterdam
PREZZO: 6,82 euro
RISCHIO: ****

Il fabbricante olandese di macchine destinate all'industria dei semiconduttori, ASML, ha comunicato risultati trimestrali a due luci. Da un lato, la perdita messa a segno nel 1er trimestre rifletta in pieno la situazione critica in cui versa il settore, con una diminuzione dei volumi e un aumento dei prezzi. Anche il portafoglio ordini sta proseguendo la sua «dieta dimagrante» con 87 macchine ordinate rispetto alle 103 della fine 2002. Ed è in un contesto difficile come quello attuale che ASML intende proseguire la concentrazione sul suo core business (la litografia) liberandosi delle attività ereditate dall'acquisto della statunitense Silicon Valley Group che continua a mettere a segno perdite. Dall'altro, ASML sembra ben gestire questa crisi dal punto di vista finanziario. Ha quindi saputo generare liquidità dalla divisione Litografia, cosa che ci pare di buon augurio per il futuro. In effetti, in un periodo di crisi come quello che sta attualmente attraversando l'industria dei semiconduttori - senza dubbio il peggiore della sua storia - il denaro la fa da padrone! In altre parole, il livello di liquidità può determinare la sopravvivenza o il fallimento di una società. E se ASML dovesse centrare il suo obbiettivo, cioè raggiungere liquidità pari ad 1 miliardo di euro entro la fine dell'anno, possiamo ragionevolmente sperare che farà parte del campo dei sopravvissuti e approfitterà in pieno di un nuovo ciclo di espansione del settore, con volumi, prezzi e quote di mercato in crescita. Tutto ciò dovrebbe stimolare i profitti che dovrebbero raggiungere, secondo noi, 0,52 euro per azione entro il 2005.

A condizione di accettare un rischio superiore alla media, potete ACQUISTARE.

ANDAMENTO DI ASML IN EURO

 

condividi questo articolo