Analisi
Aixtron 14 anni fa - martedì 20 maggio 2003

AIXTRON

SETTORE: semiconduttori
BORSA: Francoforte
PREZZO: 3,20 euro
RISCHIO: ****

Gli ultimi risultati trimestrali di Aixtron, fabbricante tedesco di macchinari destinati alla produzione di semiconduttori composti, riflettono l'attuale contesto di incertezza economica. Dopo un 2002 difficile, segnato da una diminuzione del 37% del fatturato, Aixtron ha registrato nel 1er trimestre 2003 vendite per 18,7 milioni di euro, che corrisponde ad una diminuzione del 60% rispetto allo stesso periodo del 2002. Di conseguenza i margini di utile si sono pericolosamente ristretti. Mentre il 1er trimestre 2002 si era chiuso con un utile per azione di 0,11 euro, Aixtron ha accusato, per il trimestre chiusosi, una perdita per azione di 0,07 euro, soprattutto a causa i costi legati alla ristrutturazione.

Aixtron spera ormai di vedere la fine del tunnel e di tornare in utile nel 2e semestre. Secondo noi, gli elementi perché ciò avvenga ci sono tutti. Innanzi tutto molti altri fabbricanti di semiconduttori hanno annunciato buone notizie sulla salute del settore. Mentre alcuni hanno ritrovato la redditività già nel primo trimestre, altri hanno dichiarato come prossima la fine della crisi del settore dei semiconduttori, in quanto la sovrapproduzione è stata smaltita. Il secondo elemento che ci rende ottimisti è il portafoglio ordini che, al 31 marzo, si è rivelato in crescita per la prima volta da oltre un anno e mezzo, un segnale che potrebbe indicare che l'attività di Aixtron potrebbe aver toccato il suo punto più basso. Infine, le innovazioni tecnologiche di cui Aixtron può vantarsi - come gli schermi OLED (diodi elettroluminescenti organici) per macchine digitali - potrebbero far crescere il fatturato. Aggiungiamo a tutto questo l'impatto positivo delle misure di risparmio e dovremmo assistere ad un graduale miglioramento dei risultati.

La ripresa del settore dei semiconduttori diviene sempre più concreta e Aixtron, presto o tardi ne approfitterà. Acquistare.

ANDAMENTO DI AIXTRON IN EURO

 

condividi questo articolo