Analisi
Alleanza 14 anni fa - venerdì 30 maggio 2003

ALLEANZA

SETTORE: finanziario
BORSA: Milano
PREZZO: 8,54 EURO
RISCHIO: **

Dopo un utile 2002 in calo del 30%, Alleanza torna a segnare un progresso. L’utile del 1° trimestre 2003 è infatti di 0,13 euro per azione, +5,6% rispetto allo stesso periodo 2002. Questo risultato non è dovuto alla crescita degli importi riscossi dagli assicurati: nonostante l’aumento delle vendite tramite agenti e promotori finanziari, le somme raccolte sono anzi in calo dell’8,7% per la debolezza del canale di vendita bancario (riorganizzazione del gruppo Intesa, alleato del gruppo anche tramite la società Intesa Vita). La crescita dell’utile è invece dovuta alla riduzione dei costi di gestione e della loro incidenza sulle somme raccolte e, soprattutto, alla diversa composizione dei prodotti venduti (uno degli obiettivi del gruppo, ottenuto anche con incentivi "mirati" alla rete di vendita). Aumentano infatti le polizze con pagamenti annui da parte degli assicurati (più redditizie per la società), mentre calano i premi unici (polizze con un unico pagamento iniziale da parte dell’assicurato).

Nonostante il calo delle vendite, i dati del 1° trimestre sono positivi. Manteniamo invariate le stime sull’utile per azione: 0,36 euro nel 2003, 0,41 nel 2004. Tuttavia, il titolo è caro e a livello speculativo le voci (puntualmente smentite) di Opa da parte della controllante Generali non hanno finora portato a passi concreti. Mantenere.

ALLEANZA / ASSICURATIVI

Dopo un 2002 difficile, lieve ripresa per Alleanza (grassetto; base 100) che resta allineata al settore. Mantenere.

condividi questo articolo