Analisi
Pirelli 14 anni fa - lunedì 12 maggio 2003

PIRELLI

SETTORE: industrie e servizi vari
BORSA: Milano
PREZZO: 0,84 EURO
RISCHIO: ***

Come nelle attese, i risultati del primo trimestre 2003 di Pirelli hanno sofferto ancora della crisi delle attività cavi per telecom e cavi per energia, mentre l'attività pneumatici continua a progredire. La perdita per azione (0,01 euro) si è però ridotta del 50% rispetto al primo trimestre 2002 grazie alle economie intraprese dal management, anche se sono state in parte erose dai negativi effetti di cambio. Salvo inconvenienti, nei prossimi trimestri la redditività del gruppo dovrebbe ulteriormente aumentare, grazie alla continuazione del piano di risanamento che si basa sull'adeguamento della capacità produttiva alla domanda (anche tramite riduzioni di personale), sulla specializzazione delle fabbriche e su una miglior gestione degli investimenti. Restiamo tuttavia scettici sulla ripresa della domanda per cavi telecom e sugli effetti degli investimenti troppo elevati realizzati negli anni '90. Quanto al mercato cavi per energia, dovrebbe restare depresso.

Continuiamo a stimare una perdita per azione di 0,04 euro nel 2003 e 0,02 euro nel 2004. La redditività fa qualche passo avanti, ma la presenza in mercati con scarse sinergie frena lo sviluppo. Anche se l'azione è conveniente, mantenere ma non acquistare.

PIRELLI (in euro) 

 

La ristrutturazione procede bene, ma il gruppo ha ancora molta strada da percorrere. Mantenere.

 

condividi questo articolo