Analisi
ICI 14 anni fa - venerdì 6 giugno 2003

ICI

SETTORE: chimica
BORSA: Londra
PREZZO:139,75 pence; 1,95 EURO
RISCHIO: ****

Per ridurre l’indebitamento, il management di Ici (ICI.L) ha annunciato nuove riduzioni di costi con risparmi pari 25 pence per azione ante imposte entro il 2005; non intende invece procedere a cessioni, che darebbero scarsi vantaggi finanziari. Visto che nel 1° trimestre l'utile per azione è sceso del 26%, ci aspettavamo misure più radicali, tanto più che il peggioramento della redditività di Ici negli ultimi anni è imputabile più a motivi strategici che congiunturali. Il nuovo orientamento verso le specialità chimiche non ha infatti consentito né una sensibile ripresa della redditività né una crescita del fatturato. Inoltre, di fronte all'elevato indebitamento, il gruppo ha ridotto gli investimenti mettendo a rischio la crescita futura. Anche se nel 2004 il miglioramento della congiuntura dovrebbe consentire a Ici di rialzare la testa, in assenza di una strategia coerente non ci aspettiamo una sua vera ripresa.

I nuovi vertici si sono impegnati a dare la priorità alla crescita dell'attività. Tuttavia, in attesa che le parole si traducano in fatti e per l’alto rischio, vi sconsigliamo l'acquisto del titolo anche se conveniente.

ICI (in pence)

A nostro avviso la strategia non è convincente. Nonostante l'azione sia conveniente, non acquistatela.

condividi questo articolo