Analisi
General Motors 14 anni fa - lunedì 28 luglio 2003

GENERAL MOTORS

SETTORE: automobilistico
BORSA: New York
PREZZO: 36,84 USD; 31,92 EURO
RISCHIO: **

I dati del 2° trimestre confermano che General Motors (GM.N) resta a galla solo grazie all'attività di finanziamento GMAC (che rappresenta ormai il 93% degli utili totali contro il 33% del secondo trimestre 2002 e il 70% del trimestre precedente) sostenuta dalla buona tenuta delle attività di rifinanziamento del credito immobiliare. Le attività automobilistiche americane restano invece poco redditizie. Per tener conto delle revisioni contabili alziamo le stime sull'utile per azione da 3,7 a 4 dollari per il 2003, mentre le lasciamo invariate a 4,2 dollari per il 2004. Non ci sono infatti schiarite all'orizzonte: la quota di mercato di GM negli Usa è in calo e la domanda mondiale resta fiacca. Inoltre la concorrenza giapponese diventa sempre più agguerrita nei veicoli per il tempo libero, il segmento finora più redditizio per i produttori americani. Per reagire il gruppo punta a ridurre gli elevati costi di produzione (personale con più anzianità rispetto ai concorrenti) e in quest'ottica ha aperto le trattative sulle condizioni di lavoro con i sindacati americani.

Per risollevarsi GM dovrà intraprendere azioni decise. Tuttavia, visti i deludenti risultati ottenuti in passato, restiamo cauti. L'azione è conveniente, ma ve ne sconsigliamo l'acquisto. Mantenere.

GENERAL MOTORS / BORSA

 

L'azione (grassetto; base 100) continua ad andare peggio della Borsa americana. Mantenere.

 

condividi questo articolo