Analisi
Alitalia 14 anni fa - lunedì 1 settembre 2003

ALITALIA

SETTORE: industrie e servizi vari
BORSA: Milano
PREZZO: 0,24 EURO
RISCHIO: ***

Le quotazioni di Alitalia sono volate (salvo poi ripiegare negli ultimi giorni) dopo le dichiarazioni del ministro dei trasporti, secondo cui ci sarebbero cordate di imprenditori italiani disposti ad acquistare la società. Il ministro ha in seguito smentito che ci siano novità sulla privatizzazione, ma è un ulteriore segnale della scarsa propensione di alcuni membri del governo verso un rafforzamento dell'alleanza Alitalia - Air France, ben vista invece dal ministro dell'economia. In attesa di conoscere i conti del 1° semestre e i nuovi piani per affrontare la crisi (il consiglio di amministrazione si riunirà il 12 settembre) il mercato ha quindi lanciato un segnale forte su quale sarebbe il miglior assetto di Alitalia (ossia in mani private); la cosa non stupisce, visto che un mercato concorrenziale come quello aereo richiede di operare scelte difficili e non "politiche". Dal punto di vista dell’attività, dopo i risultati del 1° trimestre le novità sono state relativamente marginali: la vendita dell'80% di Eurofly (guadagno di 0,003 euro per azione), un appalto per trasportare macchinari elettronici dal Giappone e dagli Usa all'Italia, il proseguimento delle trattative per integrare Meridiana.

Per il momento manteniamo invariate le nostre stime per il 2003, con una perdita per azione di 0,05 euro. Cara, non acquistare.

ALITALIA (in euro)

 

Le voci di privatizzazioni mettono le ali ad Alitalia, ma il titolo rimane da non acquistare.

 

condividi questo articolo