Analisi
Autonomy 13 anni fa - martedì 21 ottobre 2003

AUTONOMY

SETTORE: semiconduttori
BORSA: Amsterdam
PREZZO: 230 pence
RISCHIO: *****

Quasi il 5% di crescita in una sola seduta, è la ricompensa offerta dagli investitori alla britannica Autonomy dopo l'annuncio da parte di quest'ultima che si apprestava a battere le previsioni del mercato per i risultati del terzo trimestre 2003. Lo specialista dei software per la gestione delle conoscenze dovrebbe, infatti, registrare durante il terzo trimestre un fatturato compreso tra 12,6 e 13,6 milioni di dollari, per un utile per azione compreso tra 0,01 e 0,02 dollari, cifre che, nonostante siano superiori alle attese del mercato, sono in linea con le nostre previsioni. È stata una significativa ripresa della domanda a spingere la dirigenza di Autonomy a rialzare le previsioni sui risultati. Difatti la ripresa economica negli Stati Uniti, dove il gruppo realizza oltre il 50% del suo fatturato, tende a confermare questa tesi. Gli investimenti in equipaggiamenti informatici e software sono cresciuti dell'8% nel secondo trimestre. Tuttavia la dirigenza del gruppo rimane prudente sull'evolversi degli avvenimenti e rifiuta di pronunciarsi sulla durata di questa ripresa. Il settore informatico è certamente uno dei settori dove la durata degli equipaggiamenti (software compresi) è più corta ed esige incessanti rinnovamenti ma, in periodi di crisi, le aziende non investono o lo fanno limitatamente e la crescita della domanda di beni informatici potrebbe essere un fenomeno passeggero più che un nuovo, reale, slancio della domanda. Se questo effetto ciclico dovesse durare sino alla fine dell'anno, la domanda potrebbe riposizionarsi su livelli più normali nel 2004…

Il prezzo di Autonomy approfitta attualmente delle incoraggianti prospettive del settore informatico. Anche se l'azione non è a buon mercato, pensiamo comunque che potrà continuare a beneficiare da questo nuovo interesse per il settore. MANTENERE.

ANDAMENTO DI AUTONOMY IN PENCE

condividi questo articolo