Analisi
Banca Fideuram 13 anni fa - venerdì 7 novembre 2003

BANCA FIDEURAM

SETTORE: finanziario
BORSA: Milano
PREZZO: 5,46 EURO
RISCHIO: ***

Banca Fideuram chiude il 3° trimestre 2003 con un utile di 0,05 euro per azione, +27% rispetto allo stesso periodo 2002. Da inizio anno, tuttavia, il risultato è in calo: l’utile dei primi 9 mesi 2003 è di quasi 0,13 euro per azione, -18% rispetto ai primi 9 mesi 2002. I ricavi da interesse nei tre trimestri salgono del 50%, ma contano per una parte marginale del totale dei ricavi (15% circa). Giù dell’8%, invece, le commissioni, che rappresentano la parte principale dei proventi (80%); questi ricavi hanno però segnato una buona ripresa nel terzo trimestre. Notizie positive sul lato dei volumi di attività: a fine settembre i capitali amministrati erano in crescita del 6,1% rispetto a settembre 2002. Di questi, il 75,5% è rappresentato da risparmio gestito (fondi, gestioni patrimoniali, assicurazioni vita) e il resto da risparmio non gestito (titoli e conti correnti). La quota del risparmio gestito è in aumento rispetto al 2002 grazie alla raccolta netta (saldo tra le nuove somme raccolte presso i clienti e le somme rimborsate). La raccolta è infatti positiva nel risparmio gestito e negativa nel risparmio non gestito; questo per la politica della società, volta a incentivare i prodotti per lei più redditizi.

Manteniamo invariate le stime sull’utile per azione 2003 e 2004 rispettivamente a 0,15 e 0,19 euro per azione. Titolo caro, ma potete mantenere.

BANCA FIDEURAM / BANCHE 

 

Per Fideuram (grassetto; base 100) sale l’utile del trimestre ma non quello dei nove mesi. Mantenere.

 

condividi questo articolo