Analisi
Mediobanca 14 anni fa - lunedì 3 novembre 2003

MEDIOBANCA

SETTORE: finanziario
BORSA: Milano
PREZZO: 8,65 EURO
RISCHIO: ***

Approvata la relazione sul 1° trimestre 2003/2004 di Mediobanca. Dopo i deludenti dati dello scorso esercizio (utile pari a un quinto di quello dell’esercizio precedente) il gruppo torna a risultati positivi, con un utile trimestrale prima delle tasse di 0,21 euro per azione, contro una perdita di 0,45 euro nello stesso trimestre dello scorso esercizio. A contribuire al miglioramento sia la gestione ordinaria (+43,4%) sia la rivalutazione del portafoglio di titoli (0,09 euro per azione, contro una svalutazione di 0,45 euro per azione nello scorso esercizio). La riunione del Consiglio di amministrazione dovrebbe portare novità dopo i cambi al vertice. Il nuovo management ha promesso maggiore apertura nei confronti del mercato; un aspetto, questo, su cui Mediobanca non ha mai brillato. Un vero e proprio riassetto interno è stato rimandato al 2004; sono però stati approvati alcuni cambiamenti allo +statuto, in particolare per i poteri del Consiglio di amministrazione sulle partecipazioni strategiche. A questo proposito, i vertici Mediobanca intendono ricoprire un ruolo più "attivo", ma parte del cambiamento consiste nel puntare di più sulla parte operativa e un po’ meno sugli intrecci azionari.

Nonostante la "svolta" le incertezze rimangono molte, soprattutto in tema di azionariato. Il titolo resta caro anche se, visti i dati trimestrali, alziamo a 0,25 euro per azione l’utile stimato per l’esercizio (invariata a 0,28 euro per il successivo). Non acquistare.

MEDIOBANCA / BANCHE 

 

Una svolta in Mediobanca (grassetto; base 100)? Forse, ma il titolo rimane caro. Non acquistare.

 

condividi questo articolo