Analisi
Epcos 14 anni fa - martedì 2 dicembre 2003

EPCOS

SETTORE: componenti elettronici
BORSA: Francoforte
PREZZO: 19,03 euro
RISCHIO: ****

Epcos, n°1 mondiale dei componenti elettronici passivi - essenzialmente destinanti alla gestione dei flussi di elettricità nei telefoni mobili, nelle auto, … – ha pubblicato risultati ai due toni per il 4e trimestre dell'esercizio 2002-2003, chiusosi lo scorso 30 settembre. Malgrado una netta riduzione della perdita operativa rispetto allo stesso periodo del 2002 (da 62,5 a 7,9 milioni di euro), l’erosione dei prezzi di vendita e i costi di ristrutturazione continuano a pesare sulla redditività. La situazione rischia di rimanere problematica poiché sono entrati sul mercato molto concorrenti cinesi, portando un ulteriore abbassamento dei prezzi. Per rispondere a questa minaccia, la dirigenza di Epcos ha deciso proseguire nella delocalizzazione delle unità produttive verso paesi in cui il costo del lavoro è minore, quali Repubblica Ceca, Cina o India. Se a medio o lungo termine, queste nuove misure permetteranno alla società di tornare ad una redditività più duratura, peseranno comunque sugli utili di breve periodo.

Rivediamo al ribasso le nostre previsioni di utile per l'esercizio in corso, a causa dei nuovi costi di ristrutturazione. Secondo noi, l'utile per azione dovrebbe raggiungere 1,02 euro, contro i precedenti 1,47. Il prezzo attuale ci sembra in linea con le prospettive di utile del gruppo. MANTENERE.

ANDAMENTO DI EPCOS IN EURO

 

condividi questo articolo