Analisi
Unicredito 14 anni fa - lunedì 15 dicembre 2003

UNICREDITO

SETTORE: finanziario
BORSA: Milano
PREZZO: 4,32 EURO
RISCHIO: **

Unicredito prosegue l’espansione all’estero con diverse trattative: da un lato, l’offerta per acquistare la spagnola Banco Atlantico da Arab Banking. Dall’altro, l’interesse per Banca del Gottardo messa in vendita da Swiss Life. L’impegno finanziario per le due operazioni (se andranno a buon fine, visto che ci sono altre banche interessate) sarà sostenuto anche con le risorse del prestito convertibile in azioni Generali; si è infatti concluso con successo il collocamento. Unicredito potrà così uscire da Generali, ma conserva i diritti di voto per la prossima assemblea che deciderà il rinnovo dei vertici societari (le obbligazioni saranno convertibili solo dal 2005). Anzi, Unicredito potrebbe mantenere le azioni, rimborsando le obbligazioni in contanti anziché in titoli; la scelta, forse, dipenderà anche dalle decisioni delle altre banche azioniste che per ora non paiono intenzionate a cedere le quote.

L’obbligazione permette a Unicredito di uscire da Generali mantenendo voce in capitolo nelle prossime scelte del gruppo assicurativo. Intanto Unicredito segna nuovi progressi: l’utile dei primi 9 mesi 2003 è di 0,25 euro per azione, +9,1% sullo stesso periodo 2002. Stimiamo un utile 2003 di 0,35 euro per azione (0,37 nel 2004). Il titolo è correttamente valutato, e dopo il caso Parmalat i mercati saranno probabilmente orientati su banche meno "speculative" e con basi più solide, come appunto Unicredito. Acquistare le azioni ordinarie, mantenere le rnc.

UNICREDITO / UNICREDITO RNC 

 

Continuano i progressi per Unicredit. Acquistare i titoli ordinari (grassetto; base 100), mantenere le rnc (sottile).

 

condividi questo articolo