Analisi
Vivendi Universal 13 anni fa - venerdì 5 dicembre 2003

VIVENDI UNIVERSAL

SETTORE: industrie e servizi vari
BORSA: Parigi
PREZZO: 19,48 EURO
RISCHIO: ***

Nel 3° trimestre Vivendi Universal (VU; EAUG.PA) è tornata a generare utili (0,12 euro il risultato netto per azione contro -1,15 euro nel 3° trimestre 2002). Il miglioramento si deve al controllo dei costi, che fa progredire la redditività industriale. Avendo ceduto le acquisizioni, rinegoziato il debito e spesato gran parte degli oneri della riorganizzazione, VU torna a generare liquidità, ma le prospettive restano incerte. Questa holding raggruppa infatti tre attività senza sinergie tra loro – la musica (Universal Music), la TV a pagamento (Canal+) e la telefonia (Cegetel-SFR) – e con prospettive contrastanti (le prime due in perdita, la telefonia cresce del 5% annuo ed è in utile). Il management dovrà quindi decidere se cedere attività o stringere alleanze con altri soci (come quella con Vodafone) per favorire la crescita del fatturato.

Il miglioramento dei risultati non nasconde l'assenza di prospettive. Anche se alziamo le stime sul risultato per azione 2003 (-0,15 euro) e 2004 (1,1 euro) e nonostante VU intenda distribuire un dividendo 2004, vi sconsigliamo di acquistare quest'azione cara.

VIVENDI UNIVERSAL (in euro)

Migliorano i risultati del gruppo, ma le prospettive restano incerte. Non acquistare.

condividi questo articolo