Analisi
Ancora voci su Benetton 13 anni fa - lunedì 16 febbraio 2004

ANCORA VOCI SU BENETTON

Un amico bancario mi ha detto che circola voce che Benetton non paghi gli stipendi ai dipendenti da alcuni mesi e che quindi la società è in una crisi finanziaria tale da prospettare il rischio di un crack tipo Parmalat. Devo credere alle voci e scappare, o mantenere i nervi saldi in attesa di tempi migliori?

…è un venticello

· Non è il primo lettore che ci segnala simili voci su Benetton. A noi però risulta che Benetton stia pagando regolarmente i dipendenti. Può darsi che le voci che ha sentito sian figlie del mancato pagamento un anno fa degli stipendi da parte di Maglierie Riesi (una società fornitrice di Benetton, ma non del gruppo Benetton, a cui Benetton aveva ridotto le commesse). Tuttavia, se le voci possono essere un campanello d'allarme interessante, una società va pur sempre valutata sui suoi conti, e i conti di Benetton group non destano particolari preoccupazioni.

· Sottolineiamo in grassetto Benetton group, perché essendo la famiglia Benetton presente in diverse società (Autogrill, Autostrade e Telecom le più famose, ma l'elenco è lunghissimo) si sente parlare di Benetton e di debiti Benetton in molteplici occasioni, pochissime delle quali riguardano la società dell'abbigliamento Benetton group, che è quella quotata. Vi ricordiamo infatti che Benetton group è controllata dalla famiglia Benetton attraverso la società Edizione Holding, che a sua volta ha partecipazioni nelle già citate Autostrade, Autogrill e Telecom. Buona parte dei debiti Benetton di cui si sente spesso parlare sono in capo a Edizione Holding (oltre 3 miliardi di euro su 5 di fatturato), non a Benetton group. Vediamo nel dettaglio la situazione finanziaria di Benetton group.

Debiti (netti) per 500 milioni

· Benetton group dovrebbe concludere il 2003 con poco più di 2,75 euro per azione di debiti verso le banche e 1,65 euro per azione di debiti sotto forma di obbligazioni, oltre a 0,17 euro per azione di altri debiti. A bilanciare la situazione dovrebbe avere in cassa tra liquidità e attività finanziarie circa 1,93 euro per azione. Fatte le dovute differenze possiamo stimare i debiti netti di Benetton intorno ai 2,75 euro per azione (i 500 milioni di debiti netti di cui si parla sui giornali). È tanto o poco?

· Secondo noi non siamo a livelli allarmanti: la cassa generata ogni anno dalla società (utile più gli ammortamenti) è intorno a 1,9 euro per azione, ciò significa che se la società dedicasse tutta la cassa che genera a pagare i suoi debiti in fretta e furia potrebbe farlo in meno di due anni. Aggiungiamo a questo che il patrimonio netto della società è pari a 6,6 euro per azione, quindi è più del doppio dei debiti.

· In poche parole la struttura finanziaria di Benetton group, stando ai conti pubblicati dalla società, dovrebbe essere sufficientemente sana da non destare preoccupazioni, tanto più che i debiti delle varie Autogrill, Schema 28 e compagnia bella ricadono comunque sulla controllante Edizione Holding e non su Benetton group che, ripetiamo, è quella quotata in Borsa. L'unica cosa che potrebbe succedere (ventilata qualche volta sul mercato) è che Edizione Holding venda una parte di Benetton group (di cui ha il 67%) per fare cassa, ma non è detto che questa operazione sia un male per gli azionisti di minoranza.

 

condividi questo articolo