Analisi
Arcelor 13 anni fa - lunedì 23 febbraio 2004

ARCELOR

 

SETTORE: siderurgia
BORSA:    Bruxelles
PREZZO:  14,85 EURO
RISCHIO:  ***

 

Senza costi straordinari (in vista delle cessioni negli Usa e della ristrutturazione nell'acciaio piano) l'utile per azione 2003 di Arcelor (CELR.BR) sale a 1,1 euro, superando nettamente le attese grazie a un positivo quarto trimestre. Il gruppo ha beneficiato dell'aumento dei prezzi dell'acciaio e di sinergie di fusione superiori alle attese. Grazie alla buona gestione delle liquidità e degli investimenti, ha inoltre superato gli obiettivi di riduzione del debito; avrà quindi maggiori risorse per l'espansione fuori dall'Europa. Per il 2004, vista l'attesa crescita dei consumi di acciaio, alziamo le stime sull'utile per azione da 1,25 a 1,35 euro. Per il momento inoltre l'aumento dei prezzi (in dollari) delle materie prime viene calmierato dall'euro forte, mentre il miglior controllo dell'offerta d'acciaio da parte dei gruppi europei permette la crescita dei prezzi di vendita. Infine giudichiamo positivamente la prossima parziale uscita di Arcelor dall'attività inox negli Usa (in perdita dal 2003). Sempre nel 2004, potrebbero essere cedute anche le attività in Tailandia.

Il 2004 si annuncia positivo, ma dal nostro consiglio di acquisto (settembre 2002) il titolo è salito di quasi il 30%. Anche se l'azione è correttamente valutata ci sembra arrivato il momento di intascare i guadagni.

 

ARCELOR / BORSE EUROPEE

 

 

Dal nostro primo consiglio d'acquisto Arcelor (grassetto; base 100) va meglio delle Borse europee. Vendere.

 

condividi questo articolo