Analisi
Banca Fideuram 13 anni fa - lunedì 16 febbraio 2004

BANCA FIDEURAM

SETTORE: finanziario
BORSA: Milano
PREZZO: 5,11 EURO
RISCHIO: ***

Positivi i risultati 2003 di Banca Fideuram, che chiude l’esercizio con un utile per azione leggermente superiore alle attese: 0,18 euro per azione, +16,6% rispetto al 2002. L’ultimo trimestre, in particolare, è il migliore dell’anno, con un utile di quasi 0,06 euro per azione. Il progresso è dovuto all’incremento nel margine finanziario (ricavi da interesse e proventi delle operazioni finanziarie) mentre il calo delle commissioni è limitato all’1,5% grazie alle maggiori masse gestite e alla strategia di prodotto. I capitali controllati da Fideuram sono infatti aumentati grazie alla +raccolta netta nel risparmio gestito che porta il gruppo al 1° posto in Italia, con una quota di mercato del 22%. Nel risparmio non gestito (titoli e conti correnti) la raccolta netta è negativa, cioè le somme ritirate dai clienti superano quelle versate, ma questo è dovuto alla strategia di prodotto del gruppo, che ha indirizzato i capitali verso il più redditizio risparmio gestito.

Oltre ai dati 2003, giudichiamo positivamente anche il riassetto di Sanpaolo IMI (vedi alle pagine seguenti ) che, coinvolgendo solo il comparto assicurativo, lascia a Fideuram ampi margini di manovra nella sua attività principale (gestione del risparmio). Stimiamo quindi un utile 2004 in crescita a 0,2 euro per azione. Nonostante le buone notizie, tuttavia, il titolo rimane caro. Mantenere.

BANCA FIDEURAM / BANCHE 

 

Positivi i risultati 2003 di Banca Fideuram (grassetto; base 100) ma il titolo rimane caro. Potete mantenere.

 

condividi questo articolo