Analisi
Italcementi 13 anni fa - lunedì 9 febbraio 2004

ITALCEMENTI

SETTORE: costruzioni e immobili
BORSA: Milano
PREZZO: 9,51 EURO
RISCHIO: **

Italcementi ha comunicato i dati preliminari dell’esercizio 2003. I ricavi sono sostanzialmente stabili (+0,5%); a pesare su un esercizio non proprio brillante, il deprezzamento del dollaro nei confronti dell’euro. Senza tener conto dell’effetto dei cambi, il comparto calcestruzzo e inerti cresce del 7% e quello del cemento del 2,1%. Il calo della moneta statunitense ha però attenuato la crescita dei ricavi nel comparto cemento, mentre ha più che compensato l’aumento di volumi venduti nel calcestruzzo. A livello geografico, continua ad avere un ruolo determinante l’area euro, che genera il 72% del fatturato. Il Nord America ha invece contribuito per il 12%, l’Asia per il 4% e gli altri Paesi emergenti per il 9%. Il deprezzamento del dollaro ha quintuplicato il calo di fatturato realizzato nel Nord America e ha ridotto a meno di un sesto la crescita dell’Asia.

Italcementi chiude il 2003 quasi in linea con lo scorso esercizio. Considerato che il settore presenta caratteri di maturità, la crescita nel fatturato 2003 sarebbe stata soddisfacente se non fosse per il deprezzamento del dollaro. Anche considerando il negativo andamento dei cambi, giudichiamo il 2003 sufficientemente positivo e confermiamo le stime sull’utile a 0,9 euro per azione. Titolo correttamente valutato, mantenere.

ITALCEMENTI / BORSA 

Il gruppo (grassetto; base 100) mostra una crescita ridotta a causa della debolezza del dollaro. Mantenere.

 

condividi questo articolo