Analisi
Mabuchi Motor 13 anni fa - martedì 24 febbraio 2004

MABUCHI MOTOR

 

SETTORE: motori elettrici
BORSA:    Tokyo
PREZZO:  7260,00 yen
RISCHIO:  ***

 

Come previsto, il n°1 mondiale dei piccoli motori elettrici ha annunciato risultati, per il 2003, in linea con le attese dei mercati. La società giapponese ha registrato un utile netto di 16,7 miliardi di yen (375 yen per azione) per un fatturato di 105,7 miliardi di yen. Tuttavia il prezzo è immediatamente sceso ai minimi degli ultimi cinque anni, gli investitori hanno dimostrato di non aver gradito che la dirigenza abbia reso note previsioni meno promettenti per il 2004. Se le vendite, in volumi, dovrebbero continuare a crescere in maniera sostenuta (+7% rispetto al 2003), il fatturato complessivo dovrebbe essere in calo. Le cause? Un intensificarsi della concorrenza che non cessa di pesare sui prezzi di vendita. I risultati di Mabuchi saranno penalizzati anche dall'apprezzamento dello yen nei confronti del dollaro americano e delle valute asiatiche legate al dollaro. La società ha quindi previsto una diminuzione del 12,1% del suo fatturato, a 93 miliardi di yen e un utile netto in calo del 13,3% a 14,5 miliardi di yen. Ma se la società ha previsto dei cali per l'esercizio in corso, non ha fatto altrettanto per i dividendi. Nonostante, la diminuzione dei risultati la società prevede di distribuire 128 yen per azione per l'esercizio 2003, cioè una crescita dell'83% rispetto al 2002. Questo significativo rialzo non significa che Mabuchi rinuncerà agli investimenti destinati a sostenere la crescita della sua attività. Al contrario! L’azienda prevede di raddoppiare, o quasi, gli investimenti rispetto al 2003.Una buona politica che dovrebbe, secondo loro, permetterle di tornare, sul lungo periodo, alla crescita e, di conseguenza agli utili.

 

Se le nostre previsioni sugli utili 2004 passano da 409 a 333 yen per azione, lasciamo invariate le previsioni per il 2005 e il 2006. Il titolo rimane a buon mercato. ACQUISTARE.

 

ANDAMENTO DI MABUCHI IN YEN

 

   

condividi questo articolo