Analisi
Capitalia sgancia qualche soldo 13 anni fa - lunedì 1 marzo 2004

CAPITALIA SGANCIA QUALCHE SOLDO

Capitalia lancia "Protezione investimento", una iniziativa per le vittime dei casi Cirio, Parmalat e Giacomelli che consente di recuperare un po' di denaro perduto. Si potrebbe fare molto di più.

· L'iniziativa di Capitalia si rivolge a chi al 1° gennaio 2004 deteneva obbligazioni di società italiane. Parte il 1° marzo e ci saranno 2 mesi per aderire e prevede:

– Il rimborso totale delle perdite per i 700 clienti che avevano bond Cirio o Parmalat il cui collocamento è stato curato da Capitalia.

– Il rimborso al 50% delle perdite per i 3.000 clienti che avevano bond Parmalat, Giacomelli o Cirio.

· I clienti rimborsati restano proprietari dei titoli e chi non intende aderire a questa iniziativa potrà rivolgersi a un’apposita commissione di conciliazione.

· L'iniziativa riguarda meno dello 0,1% dei clienti Capitalia e le costerà solo 2,3 centesimi per azione.

· È una buona iniziativa? Poteva essere migliore. La condizione di essere detentori al 1° gennaio 2004 delle obbligazioni in questione esclude dal rimborso tutti quelli che, presi dalla paura, hanno venduto prima. Ma anche costoro sono stati danneggiati!

· Lunedì 1° marzo siamo stati a Roma per discutere di questo con Capitalia, e abbiamo portato le nostre controproposte. Vi faremo sapere e vi diremo quali sono i nostri consigli sul da farsi.

E per chi non aveva Cirio e Parmalat …

…Capitalia ha in serbo una novità di brillante marketing bancario. Tutti i clienti che al 1° gennaio 2004 avevano obbligazioni di società italiane, potranno acquistare il fondo Fineco Impiego, che investe in obbligazioni societarie, senza sostenere le spese d'ingresso del 2% e pagando metà commissioni di gestione (dell’1,2%) per un anno. Inutile dire che troviamo poco sugo, se non quello del marketing, in questa parte dell'iniziativa per i seguenti motivi:

– si rivolge solo a 30.000 clienti (meno dell'1%);

– lo sconto del 50% vale solo un anno per un fondo consigliato per un medio periodo (e se fate la media su 3-5 anni superate già l'1%);

– in passato i costi del fondo sono stati ben più alti più dell'1,2% (l'1,66% nel 2002, l'1,83% nel 2001) e ciò ci fa presumere che anche le spese di incentivo (non scontate) vi abbiano una certa rilevanza.

· Vi sconsigliamo di aderire a questa operazione.

 

condividi questo articolo