Analisi
Marzotto 13 anni fa - lunedì 1 marzo 2004

MARZOTTO

SETTORE: beni di consumo
BORSA: Milano
PREZZO: 9,92 EURO
RISCHIO: **

Marzotto ha annunciato per il 2003 un fatturato in calo del 2,5% (+1,4% senza tener conto del supereuro) e un utile netto di 0,26 euro per azione. Una buona spinta agli utili viene da Hugo Boss che conta per il 60% del giro d'affari del gruppo e che ha mostrato un fatturato stabile (-4% rispetto al 2002 a cambi correnti e +1% a cambi costanti), ma utili in crescita del 10% (sarebbero cresciuti del 27% se nel 2003 non avesse dovuto scontare un maggior peso delle tasse rispetto al 2002) che lo hanno portato a staccare un dividendo di 0,78 euro contro 0,3 euro del 2002, incanalando liquidità verso la controllante. Molto positivi anche i dati di Linificio e Canapificio (insieme rappresentano il 15% del giro d'affari del gruppo) che, in seguito alla fusione con Zignago Tessile, da un risultato in pareggio tornano finalmente a un utile significativo. Anche Valentino ha fornito il suo contributo con una crescita del fatturato del 10%.

Marzotto ha vissuto un 2003 da leone mettendo a segno una crescita elevata. Anche se le nostre attese sui risultati del gruppo sono positive, con un utile per azione di 0,4 euro nel 2004, ai prezzi attuali il titolo risulta correttamente valutato e il nostro consiglio passa da acquistare a mantenere.

 

condividi questo articolo